votami

sito internet

sabato 15 ottobre 2016

Cotognata

La leggenda narra che la mela cotogna rappresentò l'emblema di Venere, simbolo di buona fortuna e di fecondità, nei banchetti matrimoniali al tempo degli Dei. La mela cotogna è un frutto autunnale, non è molto conosciuto nel settentrione, ma ha molte proprietà benefiche. La caratteristica della mela cotogna è di non essere mangiabile cruda e viene quindi sempre servita cotta, sotto forma di marmellata, di gelatina o di pasta, la famosa cotognata. Questa pasta viene essiccata e tagliata in piccoli pezzi, poi avvolti nello zucchero cristallizzato, spesso confezionata in scatole di legno basse, e viene prodotta quasi esclusivamente in Italia.

Ingredienti
mele cotogne mature e sane
zucchero
limone

Occorrono delle mele cotogne mature e sane, che vanno lavate sotto l'acqua corrente e strofinate con cura per togliere la peluria sulla buccia, tolto eventuale picciolo e foglie  e poi messe a cuocere intere e così come sono in una pentola appena coperte d'acqua. Quando iniziano a spaccarsi e risultano morbide, si scolano, si sbucciano da calde con un coltellino eliminando buccia, torsoli e semi (le parti più dure), poi si pesa la purea di polpa  ottenuta, vi si unisce la stessa quantità di zucchero, il succo di un limone per ogni chilo di polpa di cotognata e si pone sul fuoco e sempre mescolando si fà cuocere ancora per circa cinque minuti e dovrebbe avere la giusta consistenza, eventualmente aumentare i tempi di qualche minuto. Versare la cotognata calda nelle formine o come faccio io in contenitori rettangolari e ne verso uno strato di circa un centimetro e mezzo, la copro con una garzina o con una salvietta leggera e la lascio così riposare ed indurire dai due ai quattro giorni, poi la taglio a pezzetti, li pongo in un contenitore a chiusura ermetica e così si conservano anche per diversi mesi.





I pezzetti più piccoli li pongo nei barattoli Bormioli a chiusura ermetica e così confezionati durano anche un anno. I pezzi più grandi li fascio a pacchettino con della carta argentata, li pongo in una scatola e li tengo nel congelatore pronti per ogni evenienza. Favoloso matrimonio  con del pecorino semistagionato!









2 commenti: