votami

sito internet

martedì 26 agosto 2014

Polpettone alla genovese

Il polpettone di fagiolini alla genovese è un buonissimo piatto che si può servire sia tiepido che freddo, sia come secondo che tagliato in piccoli pezzi  negli aperitivi. In dialetto genovese questo polpettone viene chiamato sciattamàiu, cioè schiattamarito, perchè è così goloso che veniva mangiato a sciattapansa, cioè fino a fare scoppiare la pancia.

Ingredienti
500 gr. di fagiolini, mondati, lavati e lessati
4 uova
uno spicchio di aglio e una cipolla tritati

un pizzico di funghi secchi, ammollati in acqua tiepida, poi strizzati e tritati grossolanamente
100 gr. di parmigiano grattugiato
3 patate di media grandezza
un ciuffo di prezzemolo tritato
maggiorana
un nonnulla di noce moscata
pane grattugiato
olio evo
sale
pepe

Mettere sul fuoco una padella con un poco di olio e fare dorare il trito di cipolla e aglio, aggiungere i fagiolini lessati  e tagliuzzati grossolanamente con un coltello, i funghi secchi, regolare di sale, fare ben insaporire, spolverare con il prezzemolo tritato, mescolare, togliere dal fuoco, versare in una ciotola e lasciare raffreddare. Fare cuocere  le patate in una pentola con abbondante acqua e ben regolata di sale, scolarle, spellarle, passarle con lo schiaccia patate, raccogliendo la purea nella ciotola con i fagiolini. Aggiungere ora le uova, il parmigiano, la maggiorana, un nonnulla di noce moscata, il sale e una macinata di pepe. Mescolare bene per fare amalgamare tutti gli ingredienti. Ungere con dell’olio il tegame da forno, spolverarlo con del pane grattugiato, versarvi il composto preparato, livellarlo bene, spolverarlo con un poco di pane grattugiato, dare un giro di olio e cuocere in forno a 200° per 35/40 minuti circa. Questo polpettone si può gustare sia tiepido che freddo, accompagnato magari da una buona insalata.




Nessun commento:

Posta un commento