votami

sito internet

domenica 9 febbraio 2014

PANSOTTI CON LA SALSA DI NOCE

I pansotti genovesi vuole la tradizione farli almeno con 7 erbe selvatiche (preboggion), come spiegato di seguito, ma in mancanza di quelle, quando non è stagione e non ne ho congelate,  mi arrangio facendo un miscuglio tra bietoline, spinaci, ortica, scarola, dente di cane, boraggini.
Io ho messo la foto di quelle che non tutti conoscono.....


Pimpinella




Scixerboa




Talegua




Dente di cane




Dente di cane









Ingredienti
800 gr. di erbe selvatiche (pimpinella, scixerboa, talegua, dente di cane, bietole, boraggini, ortiche)
2 uova
una confezione di quagliata (prescinseua) o 250 gr. di ricotta di pecora
1 etto parmigiano grattato
un poco di pane grattato se l'impasto risultasse troppo umido
un trito composto da mezzo spicchio di aglio e un poco di maggiorana
sale
pepe
una grattata di noce moscata

Per la sfoglia nella ricetta originale è composta da farina, un poco di acqua e un poco di vino bianco, ma a me così non piace e la faccio con 400 gr. di farina, 2 uova, un poco di vino bianco, un pizzico di sale, impasto bene, faccio un panetto, lo copro con una salvietta e la faccio riposare in frigo per mezz'ora circa.

Per la salsa di noci

Metto nel frullino 200 gr. di gherigli di noci con un cucchiaio di pinoli con un piccolo spicchio di aglio, eliminare l'anima, poi la mollica di un panino ammollata nel latte e strizzata, un etto di parmigiano grattato,  2 rametti di maggiorana, olio evo, una noce di burro, un goccio di latte, o della crema di latte, un pizzico di sale e si frulla bene sino a quando è una meravigliosa crema, che poi eventualmente si potrà  renderla più fluida con del latte  per condire i pansotti.

Per fare i pansotti, mondare e lavare, lessare le erbe (preboggion), strizzarle bene, tritarle fini con la mezzaluna, (no con il frullino, diventa omogeneizzato), travasarle in una terrina, aggiungere la quagliata privata del siero,o se si usa la ricotta passarla prima al setaccio, il formaggio grattugiato, le uova, il trito di aglio e maggiorana, la grattata di noce moscata, il sale, il pepe e mescolare a lungo per fare amalgamare tutti gli ingredienti. Se occorre aggiungere anche un poco di pane grattugiato;  l'ideale sarebbe prepararlo alla sera, porlo in frigo coperto e il giorno successivo usarlo.
Stendere ora una sfoglia sottile come per fare i ravioli, ricavarne dei piccoli quadrati (6 per 6), o dei tondi e poi farne delle mezze lune, poi porvi al centro di ciascuno un poco di ripieno, ripiegare la pasta a triangolo, o a mezza luna sigillando bene i bordi con la pressione delle dita. Lessare i pansotti in abbondante acqua ben regolata di sale, scolarli, condirli con burro fuso e salvia o con la buonissima salsa di noci e una abbondante spolverata di parmigiano.










5 commenti:

  1. Maria Bruna, che ricetta fantastica...io adoro i pansotti! Ma trovare la borragine e le ortiche è molto difficile!
    Sei stata bravissima...un ottimo piatto complimenti!
    Un abbraccio Laura:-):-):-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sei veramente gentile!
      Ti abbraccio
      ciaooo

      Elimina
  2. Che brava e che bella ricetta Maria Bruna. Un piatto che amo tanto.
    Un saluto e buona settimana, Lorena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeee cara, sei gentilissimaaa
      Un bacione
      ciaoo

      Elimina
  3. Mamma mia che bontà, strepitosi!!!!

    RispondiElimina